Julian Hawthorne

  • JULIAN HAWTHORNE, Sulle orme del celebre padre Nathaniel, Julian Hawthorne (1846-1934) fu scrittore prolifico, giornalista, editore e grande viaggiatore. Scrisse poesie, romanzi, racconti, saggi, libri di viaggi e biografie. Nacque a Boston e dopo il liceo entrò ad Harvard, ma non riuscì a portare a termine gli studi in Ingegneria Civile e preferì partire per l’Europa. Nel vecchio continente scrisse i romanzi Bressant (1873), Idolatry (1874), Garth (1874), Archibald Malmaison (1879) e Sebastian Strome (1880). Nel 1908, tornato in America, si impegnò a promuovere alcune nuove società minerarie insieme all’amico di studi William J. Morton ma, dopo alcune rimostranze da parte degli azionisti, fu accusato di frode postale e condannato alla reclusione nel 1913. L’anno dopo tornò in libertà e scrisse The subterranean brotherhood (1914), un saggio in cui stigmatizzava la crudeltà del carcere e sosteneva la necessità di diverse forme di rieducazione sociale. Lo scrittore protestò la sua innocenza dall’accusa di frode fino alla morte.


bibliografia: